14nov 2017
Milano dove mangiare - "Toscanino. Tasting Tuscany"
I sapori di Dante in terra manzoniana

Milano, via Melzo angolo via Lambro, dietro le scintillanti vetrine si apre uno spazio (1) che non ti aspetti: un caldo ambiente dai colori autunnali.

Tavoli scuri circondati da originali sedie campagnole addolcite da nastri vellutati, posateria in ottone anticato, banchi e scaffali pieni di leccornie toscane.

E' il nuovo locale "Toscanino. Tasting Tuscany" creato da Simone Arnetoli e Laura Tosetti (2), in un quartiere di tendenza del capoluogo lombardo.

Lo spazio accoglie il meglio della regione del centro Italia in fatto di cibo, vini e complementi con oltre 150 aziende e produttori selezionati fra le eccellenze locali.

Nei suoi due piani arredati con gusto e originalità, sono tante le cose da vedere, assaggiare, comprare: formaggi e salumi (3), olio extra vergine di oliva, spezie, legumi, ceramiche, paglia intrecciata e tanto altro ancora. In una piovosa giornata di novembre, partecipo alla preview del locale.

Ecco la cronaca: quasi ora di pranzo e il ristorante inizia ad animarsi con la presenza di alcuni avventori. C'è chi, ospite per la prima volta, si fa spiegare come funziona il take away e resta incantato davanti agli sbirulini, pane a forma di treccia, specialità del forno di Toscanino.

Altri ordinano il pranzo, scegliendo fra la Tirata, una focaccia ricoperta di cose buone (4) o la soluzione tris, con tre proposte dal banco caldo o freddo a 12 euro.

I suggerimenti sono modellabili sul gusto individuale. Noi abbiamo provato un tris di primi di stagione, tradizionali e innovativi allo stesso tempo (5): la ribollita con il cavolo nero, la passata di zucca con burrata prodotta a Pistoia e il tortello ripieno di pappa al pomodoro, accompagnati dal Rosso di Montepulciano DOC 2016 di Dei.

A seguire, braciole rifatte alla toscana, peposo e patate e verdure arrosto (6) servite con un Rosso di Montalcino di Caprilli. Per finire in dolcezza, abbiamo gustato l'originale presentazione della cialda di Montecatini di Desideri ripiena di gelato alla crema fiorentina di Vivoli (7) e i brigidini di Lamporecchio con cioccolato e panna; il tutto bagnato con un Aleatico di Baldi di Campiglia Marittima.

La sera il ristorante che è anche Forno, Gastronomia, Cocktail Bar e Bottega, diventa à la carte e si possono sempre assaggiare specialità toscane, tra cui spicca la Bistecca alla Fiorentina.

Bel posto il "Toscanino", una vera "ambasciata" del gusto toscano a Milano.

Indirizzo : Via Melzo angolo Via Lambro milano

1

2

3

4

5

6

7

SPUNTI DI VISTA

EDITO

In questi giorni caldi di agosto mi sono imbattuta in uno di quegli immensi Garden center che offrono soluzioni di ogni tipo per un giardinaggio prêt-à-porter. Veloce, spesso elementare: una sorta di giardinaggio "pigro" dove il nuovo giardiniere preferisce il colpo d'occhio, l'estetica, trapianti ossessivi a discapito di tempi, innesti, semina accurata, pazienza (1)...

Ma che ne è di ciò che mia madre mi ha sempre ripetuto? E cioè che mettere le mani nella terra crea una benefica dipendenza, tale da non poterne più fare a meno? (2...