02apr 2022
Pasqua 2022 - Colombe Di Stefano: la Sicilia in tavola che emoziona
Di gusto, di stile e di bellezza

Colomba, simbolo di pace e mai come ora se ne avverte la necessità. Ma anche un'indubbia pace dello spirito e del palato, tanto maggiore quanto più inusitata nelle particolarità che ci vengono proposte dalla regione italiana tra le più gourmet: la Sicilia (1). Il dolce pasquale metafora di armonia e bontà certa di cui vogliamo parlare porta la firma della Di Stefano (2) casa dolciaria che da ben trentacinque anni, impasta, modella e incarta a mano soffici lievitati realizzati con ingredienti di primissima scelta: il risultato? Ricette ogni volta rivisitate in virtù di un livello qualitativo e aromatico sempre all’altezza delle aspettative.

Attesa che - ne siamo golosi testimoni - la dolce maison di Agrigento non delude in nessun caso: da provare la referenza Pera & cioccolato siciliano (3), dove l’amaro del cacao e la soave rotondità del frutto, il tutto connaturato alla soffice e fragrante consistenza dell’impasto (4), regala, boccone dopo boccone, una crescente sensazione di benessere. Di pienezza gustativa tale che si vorrebbe non finisse mai.

E allora, bando ai sensi di colpa, è d’obbligo, per così dire, una fetta di Colomba Mandorlata Siciliana: grande classico sorprende per l’alveolatura dell’impasto farcito con profumati cubetti di arance di Sicilia candite, ricoperto da una cupola croccante di zucchero muscovado e mandorle siciliane intere. O ancora per chi sceglie il free from, le Colombe Gluten Free ai gusti Cioccolato Siciliano in gocce e Mandorlato Siciliano attente alle esigenze dei celiaci (5).

Un must, inoltre, è la Colomba Mandarino Tardivo di Ciaculli & Fondente dove il pregiato agrume, detto anche “marzuddu” (di marzo) dal sapore deciso, dall’alto contenuto zuccherino e dalla buccia sottile, conferisce un meraviglioso twist a un dolce che dal breakfast al dopo cena, passando per un pranzo luculliano, mette d’accordo tutti. Coté pack, la Pasqua 2022 della Di Stefano, veste le sue Colombe di nuovo. Il bianco, colore della luce calda dell’Isola che si rispecchia sulla pietra chiara, impera. Bellissima, pulita, riconciliante, la non-tinta contorna con stile l’immagine pop del carretto variopinto che spicca al centro del raffinato incarto. Sembra di sentirlo il rumore delle alte ruote superare gli ostacoli delle "trazzere” (importanti vie di comunicazione della Sicilia)…  

Ancora… continua il progetto delle “cartoline di gusto” i sapori, la storia e i paesaggi della Trinacria. Alcuni luoghi tra i più suggestivi (Catania, Palermo e Agrigento) sono divenuti le quinte del tradizionale carretto siculo dall’identità rivisitata (6). 

Qual che sia l’involucro che avvolge queste delikatessen, basta lo sguardo sull’iconico due ruote per suggestionarci e metterci di buon umore prima ancora di averne assaporato le prelibatezze nascoste.

 

Altre info:

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

I colori iniziano a cambiare, accompagnando le giornate che si fanno più corte (1). Giardini e foreste si vestono di “nuovo”, rosso e oro le tinte dominanti, gloria e sfarzo non sono mai così evidenti come ora (2). Si muta, noi con loro verso l’inverno? No grazie, non ancora almeno. C’è la stagione di mezzo, affascinate e misteriosa: l’Autunno più intimo, più cosy che invita a rannicchiarsi tra le mura domestiche con una corroborante tazza di tè caldo (3) o una prima vellutata fumante (4). E’ il momento ideale per cogliere...