04mar 2020
Sardegna - Alghero: Tavola Rotonda “Donne, Vino, Ambiente in Sardegna”
Promossa della delegazione dell’Associazione Nazionale “Donne del Vino”

Venerdì 6 marzo alle ore 10.30 presso il prestigioso Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione “E.Lussu” di Alghero si terrà la Tavola Rotonda Regionale “Donne, Vino e Ambiente in Sardegna” con degustazione, organizzata dalla delegazione sarda dell’Associazione Nazionale “Donne del Vino”, patrocinata dall’IPSAR “E. Lussu”, dal Comune di Alghero, Fondazione Alghero e dall’AIS Sardegna.

L’associazione costituita da oltre 850 socie in Italia, di cui 43 in Sardegna,  ha l’obiettivo di divulgare la cultura del vino, la formazione e la valorizzazione delle donne impegnate in questa mission in settori diversi, ma complementari.

Il tema 2020 verte sull’ambiente in quanto i cambiamenti climatici in atto stanno provocando ingenti problemi anche al comparto vitivinicolo, che ha la sue peculiarità tra variazioni autoctone e terroir. 

Per tale ragione, sensibili alle problematiche ambientali, si è scelta la data del 6 marzo perché ricorre la campagna di sensibilizzazione al risparmio energetico “M’illumino di Meno” ideata da Caterpillar di Rai Radio 2, in cui quest’anno è dedicata alla piantumazione di alberi e a tal proposito le produttrici le metteranno a dimora nelle loro aziende.

Il vino è cultura, valorizza, promuove il territorio e le sue peculiarità nel mondo, può essere il nuovo volano del turismo enogastronomico in Sardegna creando nuove opportunità e prospettive di lavoro.

La finalità della Tavola rotonda è quella di confrontarsi e di condividere con i portatori di interesse temi sulla sostenibilità nel campo vitivinicolo, sull’enoturismo, ma anche della comunicazione innovativa della formazione delle prospettive di lavoro, di quanto si sta realizzando e cosa bisogna ancora fare.

L’iniziativa è coordinata da Nadia De Santis (Wine App e socia dell’associazione ddv) che condurrà l’iniziativa con il seguente programma:

Apertura lavori Vincenzo Graziano Scanu, Preside I.P.S.A.R. "E.Lussu", di seguito gli interventi delle autorità, per la Regione Autonoma della Sardegna  l’assessora al Lavoro, Formazione Professionale Alessandra Zedda, per  il Comune di Alghero l’assessora Sviluppo Economico Giorgia Vaccaro.

Sarà presentata l’Associazione Nazionale "Donne del Vino" da una delegazione sarda,  di seguito la Sommelier e Degustatore AIS Sassari Maria Daniela Perria,  il Presidente della Fondazione Alghero Andrea Delogu, il Presidente Parco Regionale Porto Conte - AMP Capo Caccia Isola Piana Alghero Raimondo Tilloca, il Direttore Generale AMP Tavolara Punta Coda Cavallo Augusto Navone.

Si concluderà con una degustazione di Vini di tutta la Sardegna, offerti dalle socie che hanno aderito all’iniziativa: Alessandra Seghene (Cantina Nuraghe Crabioni), Angelica e Roberta Tani (Cantina Tani), Anna Loi Francesca Loi (Azienda Vitivinicola Alberto Loi), Antonella Corda (Cantina Antonella Corda), Daniela Pinna ( Tenute Olbios), Daniela Giordo (Tenute Shardana), Donatella Buttu Claudia Secci (Cantina di Dorgali), Elisabetta Pala ( Cantina Mora & Memo), Grazia Canneddu (Cantina Canneddu), Laura Mancini (Cantina delle vigne di Piero Mancini), Laura Carmina (Tenuta Muscazega), Laura Parpinello (Poderi Parpinello), Maria Grazia Perra (Cantina Ferruccio Deiana), Marianna Mura (Cantina Mura),Nicoletta Pala e Beatrice Ragazzo (Audarya), Nina Puddu (Azienda Puddu), Roberta Porceddu (Cantina Lilliu), Rita Pinna e Amalia Dessì(Cantina Pala), Valentina Argiolas (Cantina Argiolas), la Giornalista Alessandra Guigoni, le sommelier Anna Maria Fara(Sardegna Bella e Buona) e Cristina Mamusa (Le Strade del Gusto), Denise Dessena (Hotel Ristorante S'Astore), Nadia De Santis (Wine App).

Sponsor dell’iniziativa sono il panificio Cherchi sas di Olmedo e Panificio Cherchi di Alghero, la Coop.Soc. Alle Cascine onlus e l’acqua Santa Lucia. 

La tavola rotonda e la degustazione è aperta  a tutti ed è ad ingresso libero. 

 

Altre info su:

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Da un pò di tempo l'umanità e in stand by. Reclusi nelle nostre abitazioni, auspicando che questo periodo "noir" finisca per ritornare alla routine di sempre (1 - Firenze ai tempi del Coronavirus...). Ma non tutto è in sofferenza... Madre Terra sembra stare meglio o comunque godere della parentesi di ossigenazione imprevista e straordinaria (2). In Lombardia come a Wuhan i livelli di smog sono calati vertiginosamente. A Venezia le acque dei canali mai così limpide in assenza di vaporetti e ...