16mag 2016
DITRE ITALIA
PRIMO FLAGSHIP STORE A MILANO

Milano. Sant’Ambrogio, zona storica meneghina per eccellenza e da qualche anno ormai, cuore pulsante della Design Week. Qui, Ditre Italia, azienda leader nel settore della produzione degli imbottiti in pelle e tessuto, ha aperto il primo flagship store in un palazzo storico della centralissima via Carducci (1). Uno show-room esclusivo, di indiscussa eleganza, dove i pezzi delle varie collezioni sono proposti in ambienti singolarmente contestualizzati, come un grande appartamento di lusso. Il layout, infatti, è articolato su diverse stanze caratterizzate da una cromia delle superfici dai fango e beige chiaro.

Living, conversation, dining e zona notte con la presenza dei letti. Ambientate in stile raffinato e sobrio, sfilano le collezioni presentate al recente Salone. Ogni pezzo, dall'imponente libreria (2), ai caldi e avvolgenti divani living (3), capolavori sartoriali per essere adattati a ogni tipo di richiesta, si mostra in un concerto raffinato e intelligente per suggerire al meglio la propria anima funzionale. Degna di nota, oltre che di "brivido a fior di pelle", la poltrona Cart (4), progetto inedito del '66, del guru del design Joe Colombo. Bellissima, suggerita in versione bicolore, lo straordinario imbottito, quintessenza dell'ergonomia, incanta per il contrasto tra interno ed esterno. Un gioco cromatico che ben si lega all’aspetto monolitico del volume.

“Abbiamo finalmente la possibilità di presentare tutta la nostra forza prodotto in una location storica, con un vestito tutto nostro” dice Michele de Marchi, AD Ditre Italia, “il flagship oltretutto arriva in un momento importante per l’azienda che quest’anno celebra i 40 anni di attività. La possibilità di avere uno store completamente dedicato è il coronamento di un percorso che l’azienda ha fatto negli ultimi anni e ci permette di mostrare i best sellers aziendali, oltre alle novità presenti al Salone, dando spazio al nostro concetto di Total Outfit”.

1

2

3

4

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...