29feb 2020
Festa del papà 2020 - Cosa regalare per il 19 marzo?
Profumi, rasoi, vino o Decantar, a voi la scelta!

La mamma è sempre la mamma, certo. Ma anche il papà merita di essere festeggiato come il faut. Il momento è quello giusto per dirgli grazie e, proprio in virtù dell’ormai imminente ricorrenza a lui dedicata, il 19 marzo, la Redazione ha scelto alcune idee “profumate”, altre di gusto, con un pizzico di design.

Se il vostro papà è discreto ed elegante, immancabile la fragranza maschile, Carthusia Uomo (1), fresca e rassicurante, ricorda il mare aperto e la frutta appena colta, il buon cuoio russo e la morbidezza di un ottimo cachemire appena filato. L’apertura esperidata – a Limone e Bergamotto si unisce un bouquet fresco di Fresia e Foglie verdi – evolve in un gentile cuore fiorito di Mughetto, Gelsomino e Geranio, scaldato da Legno di Cedro e Patchouli. Dietro di sé, nell’aria, rilascia le note avvolgenti di Sandalo, Muschio di Quercia, Ambra e Muschio Bianco. E che dire degli stilosi accessori per la cura persona (2)? Pennello, rasoi, ciotola per la rasatura: realizzati artigianalmente a regola d’arte faranno sentire ogni papà come se fosse al Salone da Barba di Carthusia nel cuore di Capri. Altre info QUI.

 

Per un babbo bon vivant, una buona bottiglia di Bacco è l’opzione vincente. Ecco il Chianti Classico della tenuta di Gagliole, tra Castellina e Panzano in Chianti. DOCG Rubiolo 2017, Sangiovese in purezza, conquista per la piacevolezza al palato (3). I sentori di ciliegia, fragola, frutti di bosco e la sua tipica nota speziata si aprono nel bicchiere con delicatezza, in un equilibrio da gustare subito, oppure attendendo anche dai 3 ai 5 anni per lasciar emergere appieno l’armonia del suo bouquet aromatico. Altre info QUI

 

E se papà è un fine intenditore di distillati, regalate Caldiff 80 raffinato alcolico di mele Gravensteiner dell'azienda altoatesina Roner (4). Il nome prende ispirazione dalle rovine del castello Caldiff che si trovano non lontane dalla sede di produzione a Termeno (BZ). Il distillato è stato rifinito, per due inverni, nelle botti dell’Alpine Rum R74 per completarne il suo aroma unico. Al naso risulta delicato e ricco di sfaccettature, con intense note di mele mature intrecciate ai morbidi profumi del legno e sentori che ricordano i Caraibi. È al palato che si esprime al massimo con ricche e variegate note fruttate, sentori di prugne secche e uva sultanina. Il tutto sostenuto dal gusto polposo delle mele autoctone coltivate nella tenuta di famiglia. Altre info QUI.

 

Infine, anche l'occhio vuole la sua parte... Papà design addicted sarà felice di ricevere un Decanter di grande appeal. Disegnato da Ron Arad, Nude (5) presenta un livello straordinario di artigianalità dove il vetro è tagliato e levigato in modo ineccepibile. Un cilindro simmetrico regala al vino un processo di decantazione perfetto. Per la gioia di chi lo guarda e non solo. Altre info QUI.

 

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...