18ott 2021
Roma - La Sapienza accoglie la prima opera murale

La Facoltà di Psicologia dell’Università La Sapienza sorge nel cuore di San Lorenzo, uno dei quartieri più vivaci e caratteristici di Roma. In occasione del 50° anniversario della nascita dei corsi di laurea in Psicologia in Italia e del Graduation Day pubblico pensato per festeggiare i giovani laureati a distanza durante la pandemia, la sede di via dei Marsi è stata oggetto di un importante intervento di riqualificazione curato da Fabio Schirru, in arte Tellas, e realizzato con pitture a marchio Univer (1). “La percezione del paesaggio” è la prima opera murale (2 - 3) ad arricchire le pareti della celebre università romana (nonché una delle più estese finora realizzate nella capitale) e rappresenta un nuovo tassello nel percorso intrapreso dall’artista sardo al fianco del brand di PPG Architectural Coatings. Una collaborazione che ha già sancito la nascita di importanti progetti di valorizzazione urbana come Blooming Playground a Torino o la pavimentazione della piazza centrale del quartiere mantovano di Lunetta, inaugurata lo scorso giugno in occasione del festival Without Frontiers.

In linea con lo stile di Tellas, anche questa nuova opera è stata pensata per integrarsi perfettamente nel paesaggio urbano (4), elevando al massimo le potenzialità della struttura architettonica che la ospita e aprendola al territorio circostante. Ispirata da elementi tematici propri della Psicologia e della Biologia - discipline che condividono gli spazi dell'edificio di via dei Marsi – “La percezione del paesaggio” trasforma la facciata della sede universitaria in una grande griglia concettuale che alterna forme geometriche a dettagli naturali, creando un gioco visivo di grandissimo impatto.

Lo studio cromatico fatto dall’artista ha privilegiato tinte neutre e, nello specifico, il bianco e il nero dello smalto opaco Univer Aqualife Matt. Scelta, quest’ultima, rivelatasi pienamente in linea con le esigenze di progetto che richiedevano un prodotto capace di combinare una copertura ottimale con un’elevata resistenza agli agenti atmosferici e una brillantezza destinata a durare nel tempo.

 

1

2

3

4

Photo Credits

Photo 1 : Alessandro Di Cristanziano

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Si sgranocchia, si assaggia (1), ci si abbraccia, si ride, si affetta, si sbuccia, si piange per le cipolle (solo per quelle?), si improvvisano prodezze culinarie (2), si “ruba” un calice di rosso prima che il pranzo (3) abbia inizio, si adagia il panettone sul piatto di portata, la salsiera d’argento? e, finalmente, si ode “a tavola!”, un eco, non solo profumato, che si diffonde in tutta la casa e accarezza gli animi (e la gola) dei commensali che, lesti, trovano posto al convivio solenne (4).   Lo avete capito, spaccati di vita...