16feb 2020
Salone del Mobile di Milano 2020 - data, programma e novità

Salone del Mobile al tempo del coronavirus. Se né è parlato, insieme a molto altro, alla conferenza stampa (1) di presentazione dell'imminente kermesse milanese che andrà in scena dal 21 al 26 aprile. Citarlo è stato certamente segno di civiltà, trasparenza e attualità. Perché tutti noi viviamo questa emergenza mondiale e sopratutto non dobbiamo smettere di sostenere, con profondo senso di solidarietà e partecipazione, un grande Paese come la Cina, continente amico e importante mercato di riferimento, certamente "tra i più dinamici, per le esportazioni del settore, che valgono circa 450 milioni di euro solo per i mobili" (dati Federlgno, articolo del Il Sole24ore del 12 febbraio 2020). 

Tema scelto che va ad aggiungersi al Manifesto per questo 2020 è "Bellezza". Inteso come mix imprescindibile tra capacità di plasmare nuovi design, forme e materiali "giusti", con un alto livello di sostenibilità. Un reale driver di cambiamento che deve diventare, di più e meglio, il fil rouge di aziende e progettisti protagonisti del Salone. Da qui anche la centralità di Milano e delle nuove generazioni che aspirano a una produzione (e a una fruizione) equa, responsabile, virtuosa.

Un'edizione (2 - 3 - 4) che si preannuncia importante come sempre, radunando, complessivamente, più di 2.200 espositori e 600 giovani designer. E proprio in conferenza stampa, Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile, ha passato in rassegna temi che sono cruciali per mantenere la posizione di leadership della Manifestazione: ricercare la bellezza, alimentare la creatività, aumentare le connessioni, fare sistema. Confermando il percorso etico e virtuoso intrapreso dalle imprese dell’arredamento per ricercare soluzioni più possibile sostenibili in un contesto globale. Ha anche puntato i riflettori sulle esigenze delle nuove generazioni che, mai come ora, sono interessate al valore intrinseco di ciò che acquistano.

7 le sezioni in cui sarà articolato il Salone (5 - 6): Il Salone Internazionale del Mobile, il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo a cui si aggiungono le biennali Workplace3.0, EuroCucina con il suo evento collaterale FTK (Technology For the Kitchen) e Salone Internazionale del Bagno. Ancora... S.Project, spazio trasversale dedicato ai prodotti di design e alle soluzioni decorative e tecniche del progetto d’interni. E il SaloneSatellite per i talenti under 35.

Da non mancare, inoltre, dal 21 aprile al 3 maggio, l’installazione, che ogni anno, il Salone del Mobile crea per il capoluogo meneghino: nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale, andrà, infatti, in scena l'opera audiovisiva site-specific curata da Davide Rampello e dedicata ai valori che compongono il Manifesto. Saranno proiettati 10 cortometraggi d’autore realizzati da 10 grandi firme della regia italiana.

 

Gli orari di apertura del Salone del Mobile sono: per gli operatori tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, e nelle giornate di sabato e domenica anche al pubblico.

 

Altre info:

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...