04dic 2020
Cocktail smart? Sì, ma di gusto
NIO Cocktails: apri, versa ed esulta...

Il mondo del bere miscelato è tra i comparti più dinamici del beverage in generale, inventando, più spesso cha mai, non solo nuove ricette ma anche formule innovative di servizio. Se siete, infatti, fra coloro che amano vivere un concetto di life style esclusivo anche tra le mura di casa, in modo originale, senza rinunciare alla qualità, ecco gli imperdibili drink di NIO Cocktails, brand made in Italy che della miscelazione artigianale ready to drink ha fatto il suo core business.

Ma di cosa si tratta in particolare? 

Una box molto accattivante (1 - 2), ma sopratutto pronta all'uso, contenente 5 cocktail per degli ape casalinghi memorabili (e stilosissimi): basta scuoterla, strappare l'angolo di ognuna delle cocktail bag e versare in un bicchiere pieno di ghiaccio (3). E voilà... l'eccezionale drink experience da condividere è servita! Veloce e divertente, un rito che si può riproporre dovunque proprio per la sua natura straordinariamente versatile e... à porter (4).

Da sapere che tutti i cocktail sono creati esclusivamente con ingredienti premium, firmati dal noto mixologist Patrick Pistolesi e racchiusi in una confezione dal design iconico 100% riciclabile (5).

 

Eccoli descritti...

NEGRONI 

Un equilibrio secco e agrodolce di amari: Vermouth Cocchi e Gin Tanqueray

COSMOPOLITAN

Un classico moderno con Ketel One, arancia dolce-piccante di Cointreau, mirtillo rosso e lime

GARDEN OF RUSSIA

Una versione insolita, fresca e fragrante della Vodka Sour con fiori di sambuco

GIN PROVED

Petali di rosa, mandorle e arancia Curaçao creano un cocktail floreale Tanqueray Gin

MILANO TORINO

Un classico cocktail italiano agrodolce con Vermouth Cocchi e bitter Campari

 

Da regalare all'amico cocktail addicted con la frase "free your fun"!

 

Altre info:

1

2

3

4

5

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Ecco che come ogni anno in questo periodo viene annunciato (1) il colore Pantone 2024. Peach Fuzz (codice 13-1023), un pò rosa, un pò arancio, la tonalità prescelta che strizza l’occhio all’universo food a noi tanto caro. Sì, perché è la tinta della pesca (2), come il nome lo identifica: un rosa caldo, morbido, delicato. Che comunica condivisione, voglia di stare insieme e di fare sana comunità. Nell’arredo poi, invita al comfort, ma altresì trasmette sensazioni delicatamente sensuali, vellutate (3...