Living & Convivi :: 20 mag 2023

Firenze, Premio Galileo 2000

Tanti i premiati, da Ornella Vanoni a Jeff Koons, a Tornatore

Il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, ieri 19 maggio, ha visto sfilare numerose celebrità (1 - 2) in occasione della cerimonia di consegna del Premio Galileo 2000, giunto alla diciannovesima edizione ( 3), la prima sotto la presidenza di Antonio De Virgiliis (4). Philippe Donnet, Gianna Fratta, Jeff Koons, Francesco Montorsi, Giuseppe Tornatore, Ornella Vanoni e Lorenzo Viotti i premiati di questo lodevole evento che lega musica, arte, scienza ed impresa come manifestazioni del genio umano e dell’impegno per lo sviluppo culturale, economico, per la sostenibilità, la ricerca scientifica ed artistica. 

Il Premio Galileo 2000 per l’Impresa è stato conferito a Philippe Donnet, CEO del Gruppo Generali; Premio Galileo 2000 Una Vita per la Musica - Giglio d'Oro a Gianna Fratta, direttrice d’orchestra internazionale e prima donna a dirigere l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma; il Premio Galileo 2000 per l’Arte a Jeff Koons; il Premio Galileo 2000 per la Scienza Medica a Francesco Montorsi, direttore dell’Unità Operativa di Urologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano; il Premio Galileo 2000 per il Cinema a Giuseppe Tornatore (5); il Premio Galileo 2000 Una Vita per la Musica Premio Speciale alla Carriera ad Ornella Vanoni; il Premio Galileo 2000 Una Vita per la Musica - Giglio d'Oro a Lorenzo Viotti, direttore d’orchestra e direttore musicale della Netherlands Philarmonic Orchestra e della Dutch National Opera, al quale il premio verrà recapitato perché impossibilitato a ritirarlo di persona.

Alcune delle motivazioni dell’assegnazione Premio Galileo 2000

Maestro Giuseppe Tornatore  

Motivazione

Per aver costantemente condotto la sua ricerca e la sua arte attraverso esplorazioni sempre proiettate al superamento degli umani limiti espressivi, con coerenza creativa e impegno tali da divenire di per sé strumento vivente per sensibilizzare il mondo sui grandi temi della più profonda umanità e sulla conoscenza di essa come base comune su cui costruire pace e armonia fra i popoli. Per essersi distinto a livello internazionale per impegno civile, coerenza con i valori della società e attenzione alle tematiche sociali e ai temi dell’attualità, affrontando e mettendo in parola i temi più difficili e delicati del mondo contemporaneo. Per aver messo al servizio del progresso dell’umanità la sua creatività (6), capace di essere impiegata nel superamento di ciò che solo l’arte del cinema può rivelare quando è libera espressione.

Sig.ra Ornella Vanoni 

Motivazione

Per il ruolo sempre originale che ha incarnato nell’universo della musica leggera italiana, illustrato dalle collaborazioni con i grandi autori, da Giorgio Strehler a Gino Paoli, a Toquinho e Vinicius de Moraes, e dalla disponibilità al confronto con le nuove voci emerse negli ultimi anni. Uno stile da sempre inconfondibile e moderno, ricco di ironia e gusto, una teoria di melodie indimenticabili che rimarranno per sempre nell’immaginario collettivo.

Mr. Jeff Koons

Motivazione

For having constantly conducted artistic research as a form of exploration, aimed at overcoming human expressive limits, with creative coherence and commitment. For having put his genius and immense creativity at the service of the progress of humanity, with the ability to overcome what only art can reveal, when left free to express itself: pure and unpredictable energy that reveals the best of humanity.

Professor Francesco Montorsi

Motivazione

Per aver diretto dal 2012 l’Unità Operativa di Urologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano oltre ad essere Professore Ordinario e Direttore della Scuola di Specializzazione di Urologia dell’Università Vita Salute San Raffaele di Milano. Per aver reso la ricerca scientifica del reparto di Urologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano da anni al primo posto in Europa. Per aver formato molti Allievi che hanno raggiunto posizioni accademiche ed ottenuto riconoscimenti internazionali di primissimo livello, a testimonianza di una scuola che non ha eguali in Urologia. 

Il percorso della celebrazione

Il percorso allestito per questa XIX edizione del Premio Galileo 2000 è stato idealmente suddiviso in tre fasi articolate seguendo la naturale architettura dello scalone monumentale che dal cortile di Michelozzo porta al Salone. La prima parte della salita, lasciata volutamente “nuda”, richiama una purificazione ad opera dei suoni di carattere naturale che accompagneranno gli ospiti sin dal loro ingresso, come l’acqua della fontana e il risveglio della natura. Questa purificazione è propedeutica all’ingresso nel cuore dell’allestimento collocato nella seconda parte della scalinata. Viene qui ricreata, rispettando ed esaltando la magnificenza dell'ambiente, una dimensione mistica nella quale incontriamo varie figure mascherate nella contemplazione del potere ammaliante dell’arte, espressa dalla danza di un’entità percepita come suprema. Nell’ultima parte della salita riemergiamo dall’esperienza mistica per confrontarci con la nostra natura inesorabilmente umana alle prese con l’amore e la sua volubilità. Fra le coppie di innamorati si staglia una presenza solitaria, da tutti desiderata e mai raggiunta che si muove sulle note dell’aria “Mentre io godo” de Il giardino di rose di Alessandro Scarlatti.

 

L’organizzazione dell’evento è stata curata da Scaramuzzi Team con la collaborazione dello Studio Mercatali.

FMM Highlights

Living & Convivi :: 24 apr 2024
Torino, Toulouse Lautrec in mostra
Al Mastio della Cittadella, Parigi e la Belle Époque
Visioni da bere :: 22 apr 2024
Torino, Damman Freres inaugura la sua seconda boutique del tè
Incontri di gusto fra Francia e Piemonte
Living & Convivi :: 22 apr 2024
Firenze, Uzbekistan: l'Avanguardia nel deserto
A Palazzo Pitti, in mostra la luce e il colore
Visioni da bere :: 16 apr 2024
Living Liqueurs and Delights compie 20 anni
La Milano da bere di livello
Lifestyle & Beauty :: 11 apr 2024
La bellezza secondo Euracom
Make up protettivo per un effetto shiny
Food :: 10 apr 2024
Meno30 Surgelati, qualità e bontà pronti in un lampo
Tra ricette della tradizione e pesce al naturale
FoodMoodMag
Via Ximenes, 19 50125 Firenze
redazione@foodmoodmag.it
+ 39 055 8026163