13giu 2022
Prelibatezze - Caviar Giaveri
Il caviale totalmente italiano

Dal 1980, nel paese di San Bartolomeo di Breda, in provincia di Treviso, grazie alla lungimiranza imprenditoriale di Rodolfo Giaveri, tra i pionieri dell’allevamento dello storione, Caviar Giaveri si posiziona come una delle più brillanti attività di acquacultura del nostro paese. 15 ettari di allevamento protetti e controllati, “green“ a 360°, con acqua purissima che sgorga direttamente all’interno della proprietà per garantire il benessere degli storioni e la qualità organolettica dei prodotti. 15 tonnellate di caviale vengono prodotte e ben il 90% viene esportato all’estero. 3 dinamiche e giovani imprenditrici conducono l’azienda, Jenny, Giada e Joys Giaveri, figlie del fondatore (1) della floriuda realtà imprenditoriale (2). Uno tra i maggiori tratti distintivi del caviale Giaveri è il totale controllo della filiera produttiva. Il ciclo inizia con l’uovo e si conclude con l’uovo (3). Ogni fase della riproduzione si svolge in azienda assicurando il controllo e la freschezza in tutte le fasi. Il caviale viene prelevato, salato e spedito senza alcun ulteriore passaggio intermedio, con un processo di preparazione che non supera le 2 ore (4). Sono ben 8 i tipi di caviale (5) prodotti, a partire dal Siberian Classic, di amabile consistenza e freschezza, con aroma delicato e leggermente iodato. Osietra Classic dall’intenso colore bruno dorato e dal gusto sopraffino e croccante; una chicca per veri intenditori! Beluga Siberian e Imperial, prediletti dai reali e dagli appassionati di tutto il mondo, di grandi dimensioni e con una salatura minima che li rende davvero cibo da re. Il Beluga (6) è lo storione più famoso, originario del Mar Caspio e del Mar Nero raggiunge dimensioni ragguardevoli, 10 metri di lunghezza e una tonnellata di peso. Servono ben 30 anni per ottenere quest'autentica capace di regalare un’esperienza gustativa indimenticabile. Abbiamo provato i sublimi prodotti della maison Caviar Giaveri e non possiamo che confermarne l’estrema bontà. Immancabili per cene speciali, i vostri commensali ne rimarranno estasiati!

 

Altre info:

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

I colori iniziano a cambiare, accompagnando le giornate che si fanno più corte (1). Giardini e foreste si vestono di “nuovo”, rosso e oro le tinte dominanti, gloria e sfarzo non sono mai così evidenti come ora (2). Si muta, noi con loro verso l’inverno? No grazie, non ancora almeno. C’è la stagione di mezzo, affascinate e misteriosa: l’Autunno più intimo, più cosy che invita a rannicchiarsi tra le mura domestiche con una corroborante tazza di tè caldo (3) o una prima vellutata fumante (4). E’ il momento ideale per cogliere...