Food :: 15 mag 2024

Sardegna, ristoranti della Guida Michelin 2024

Le tre new entry

Sono 50 i ristoranti della Sardegna segnalati nella Guida Michelin 2024 tra cui si distinguono tre nuovi ingressi, tutti a Cagliari: Duanima, Amanõ Sa Domu sarda.

Tante le conferme, 47, tra ristoranti blasonati, ristorantini, ristoranti che hanno anche la stella rossa e/o verde, ormai sparsi in tutta l’Isola; tra i ristoranti selezionati dalla celebre Guida rossa numerosi quelli del capoluogo di regione e quelli sulle coste, da nord est a sud ovest, come è logico aspettarsi da una regione a vocazione turistica; ma si segnalano alcuni noti ristoranti anche in borghi e cittadine dell’interno, dove si conoscono altrettanto bene i crismi dell’ospitalità.
Tra i nuovi ingressi Duanima, in via Sebastiano Satta 28, è descritto dalla Guida come uno dei ristoranti più interessanti di Cagliari. Nella sua sala da pranzo, arredata in stile moderno, si può gustare una cucina semplice e senza orpelli, ricca di sapori intensi. I piatti sono influenzati delle esperienze di lavoro all'estero dello chef, che dimostra allo stesso tempo il suo legame con l'isola natale, con particolare attenzione agli ingredienti di prima qualità della Sardegna.
Amanõ è in via Sonnino 68; con quel suo nome particolare, dove la tilde sulla "o" del nome di questo ristorante è forse una sottile allusione al mare che si trova tra la Campania, regione d'origine dello chef, e la Sardegna, dove vive e lavora. La filosofia di ristorazione è chiara: pochi coperti, per curare gli ospiti, e cucina a vista, per raccontarsi in tempo reale, durante tutte le fasi della preparazione, dal taglio degli ingredienti alle cotture sino all’impiattamento. La sala da pranzo è impreziosita da alcuni abbellimenti, con uno stile unico, urbano e chic. Lo chef utilizza ingredienti sardi nella sua cucina elaborata e creativa, una buona scelta per chi cerca una visitazione eclettica della cucina tradizionale.
Raggiunto al telefono lo chef di Amanõ Vincenzo Sorvillo ha semplicemente dichiarato: “Il duro lavoro porta sempre a soddisfazioni, ed entrare nella Guida Michelin è sicuramente una grande soddisfazione”.  
E infine Sa domu sarda, in via Sassari rappresenta la tipica cucina sarda con piatti di carne e pietanze tradizionali; tra di essi piatti come sitzigorrus cun bagna ossia lumache in salsa di pomodoro, bombas, le squisite polpette di carne che si facevano in occasione dei matrimoni, a base di carne di Bue Rosso in questo caso; e ancora le caratteristiche paste sarde come malloreddus, culurgiones e fregula. Notabili poi gli stufati, e tra i dolci le stranote sebadas e il tipico pappai biancu, il biancomangiare del sud Sardegna, fine e delicato. 
 

FMM Highlights

Living & Convivi :: 24 apr 2024
Torino, Toulouse Lautrec in mostra
Al Mastio della Cittadella, Parigi e la Belle Époque
Visioni da bere :: 22 apr 2024
Torino, Damman Freres inaugura la sua seconda boutique del tè
Incontri di gusto fra Francia e Piemonte
Living & Convivi :: 22 apr 2024
Firenze, Uzbekistan: l'Avanguardia nel deserto
A Palazzo Pitti, in mostra la luce e il colore
Visioni da bere :: 16 apr 2024
Living Liqueurs and Delights compie 20 anni
La Milano da bere di livello
Lifestyle & Beauty :: 11 apr 2024
La bellezza secondo Euracom
Make up protettivo per un effetto shiny
Food :: 10 apr 2024
Meno30 Surgelati, qualità e bontà pronti in un lampo
Tra ricette della tradizione e pesce al naturale
FoodMoodMag
Via Ximenes, 19 50125 Firenze
redazione@foodmoodmag.it
+ 39 055 8026163