Food :: 7 giu 2024

Arte ai fornelli con i Macchiaioli

Scuola Tessieri e Fondazione Livorno promuovono la cucina d'autore

Quando la bellezza diventa l'incipit per vere opere d'arte in cucina. Succede a Firenze, con l'originale quanto lodevole iniziativa “Arte e cultura della cucina – L’estetica del piatto ispirata all’arte pittorica dei Macchiaioli”. Promossa da Fondazione Livorno in partnership con Scuola Tessieri – Atelier delle Arti Culinarie, forte nella formazione enogastronomica e dell’ospitalità, ha visto come protagonisti alcuni studenti senior di vari istituti superiori di indirizzo enogastronomico e ospitalità, che hanno condiviso il contest dal titolo "Il connubio tra arte e cucina", presso la Scuola Tessieri di Ponsacco (Pi).
La presentazione del progetto gourmet è avvenuta pochi giorni fa nella sontuosa e affascinate cornice di Strozzi Bistrò, sito nel cortile di Palazzo Strozzi ora ancor più suggestivo per la magistrale opera di Anselm Kiefer e i suoi Angeli caduti. A moderare l'evento, la scrittrice e giornalista Ilaria Guidantoni che ha ribadito quanto sia importante una cucina veritiera che trovi la sua più alta ispirazione nella grandezza del territorio. L'intelligente competizione culinaria ha invitato i giovani concorrenti a creare un piatto, dolce o salato, tratto a piacimento da un’opera dei Macchiaioli dove il fil rouge fosse un mix tra comprensorio, stagionalità ed emozioni evocate dal quadro scelto. Così che la tecnica dell'olio su tavola trovasse una nuova luce espressiva, quella della cucina toscana e dei suoi straordinari ingredienti
"Il progetto che abbiamo creato" - ha raccontato Alessio Tesseri presidente dell'omonima scuola - "guarda ai giovani che potranno inserirsi nel mondo della cucina e della pasticceria con un atteggiamento consapevole certo ma anche spinto dalla creatività e dall'entusiasmo".
Le suggestioni gastronomiche scelte, autentiche opere d'arte edibili, sono state valutate da una giuria che ha considerato le materie prime utilizzate, il gusto, l'impiattamento e il design della ricetta, le tecniche in cucina, il tutto sempre visto e analizzato in relazione all'opera opzionata come modello da cui attingere.

Tre i piatti premiati splendidamente "orientati" dai dipinti di Giovanni Fattori

“Il rosso sul mare” di Manuel Stacchini, ispirato a “Lungomare di Antignano”
“Maremma a modo mio” di Matteo Orlandini, reinterpretazione del celebre “Bovi al carro”
“Tra terra e mare” di Davide Raciti, tratto da “La libecciata”

Il piatto vincitore, “Il rosso sul mare” di Manuel Stacchini, è stato servito durante la serata a Palazzo Strozzi, abbinato al nettare della maison Querciabella, Morgana Bianco IGT 2022. 
Un plauso anche al dessert che ha chiuso degnamente la serata: "Goldsand", una bavarese al mango, caramello, e cioccolato Noalya, con cremoso alla mandorla e biscuit al cacao. Di una bontà e raffinatezza ineccepibili.

 

FMM Highlights

Living & Convivi :: 24 apr 2024
Torino, Toulouse Lautrec in mostra
Al Mastio della Cittadella, Parigi e la Belle Époque
Visioni da bere :: 22 apr 2024
Torino, Damman Freres inaugura la sua seconda boutique del tè
Incontri di gusto fra Francia e Piemonte
Living & Convivi :: 22 apr 2024
Firenze, Uzbekistan: l'Avanguardia nel deserto
A Palazzo Pitti, in mostra la luce e il colore
Visioni da bere :: 16 apr 2024
Living Liqueurs and Delights compie 20 anni
La Milano da bere di livello
Lifestyle & Beauty :: 11 apr 2024
La bellezza secondo Euracom
Make up protettivo per un effetto shiny
Food :: 10 apr 2024
Meno30 Surgelati, qualità e bontà pronti in un lampo
Tra ricette della tradizione e pesce al naturale
FoodMoodMag
Via Ximenes, 19 50125 Firenze
redazione@foodmoodmag.it
+ 39 055 8026163