15set 2021
Firenze - XXVII edizione di ARTIGIANATO E PALAZZO
Inedita, stimolate, sorprendentemente immersiva! Da non perdere!

Artigianato e Palazzo sarà un’esperienza dei sensi, nuovi odori, nuovi suoni etc… ecco cosa promette l’edizione di quest’anno” - così ha introdotto la conferenza stampa Sabina Corsini (1) che insieme a Neri Torrigiani ha raccontato l'imminente apertura della manifestazione Artigianato e Palazzo, un vero viaggio sensoriale dove sfilerà la maestria di oltre 90 artigiani provenienti da tutta la Penisola.

Si apre infatti domani, la XXVII edizione di Artigianato e Palazzo organizzata a Firenze al Giardino Corsini e in scena fino al 19 settembre con al centro l’arte del fare con le mani (2 - 3). Tantissime le novità in programma come l’apertura dei pianterreni del palazzo, spazi privati al piano terra - affascinanti e curiosi - fino ad oggi non accessibili al pubblico. E ancora due ingressi, per permettere l’accesso alla Mostra anche dal Palazzo (via Il Prato, 58), oltre a quello consueto dal Giardino (via della Scala, 115), più comodo per chi viene da fuori città in treno, tramvia e auto. “Il giardino torna protagonista con gli splendidi padiglioni di Guido Toschi Marazzani Visconti” - ha precisato Neri Torrigiani (4). Dal fascino antico e fiabesco realizzati artigianalmente in tela decorata a mano così come gli arredi in vimini e paglia, coordinati secondo il tema, scelti dal catalogo Bonacina 1889, marchio di arredamento e design hand-made in Italy conosciuto in tutto il mondo accompagneranno l’avventore in un percorso pregno di bellezza e cultura che si snoda dalle Sale Monumentali alle Scuderie, dai Garage alla Stanza dei Finimenti, dalla Falegnameria alla Legnaia passando dalle splendide Limonaie. 

Non solo gioia per gli occhi e per lo spirito grazie ai tanti splendi manufatti in mostra  (5 - 6) ma anche food, tra cucina tradizionale ed esotica, il formato gourmet “Ricette di famiglia” a cura della giornalista Annamaria Tossani che vede la presenza dei direttori di quattro grandi Musei che racconteranno il rapporto fra arte e gastronomia analizzando le nature morte esposte nelle rispettive collezioni. E poi l’accento sulla decorazione con una serie nutrita di workshop gratuiti quasi tutta ormai già sold out (prenotazioni rsvp@torrigiani.com) dove maestri decoratori fiorentini (Olimpia Benini, Emanuele Capozza, Orietta Farinazzo, Francesca Guicciardini) si alternano sulle diverse tecniche di decorazione murale in un viaggio creativo alla scoperta dell’affresco, della foglia oro e delle carte da parati.

La Mostra Principe di quest'edizione è dedicata a “Enrico Magnani Pescia. L'arte della carta a mano dal 1481" che, nel tempo e ancora oggi, lega la sua produzione ad artisti, scrittori e nomi di eccellenza internazionali. Allestita nel Salone da Ballo di Palazzo Corsini, la mostra espone eccezionalmente una selezione di forme da carta filigranate storiche, custodite al Museo della Carta di Pescia, e alcuni importanti documenti d’archivio tra i quali – a ricordare i duecento anni dalla sua morte - il telaio della carta che Magnani realizzò nel 1812 con i ritratti di Napoleone Bonaparte e Maria Luisa d’Austria, per le celebrazioni delle nozze dell’Imperatore. 

Ma sono molte di più le favolose sorprese che saranno svelate domani in occasione dell’apertura. Peccato non esserci. Se vi alletta questo bagno immersivo nell’Italia autentica del saper fare, ritagliatevi qualche ora tutta per voi. Godrete delle innumerevoli sfaccettature del bello. Garantito. 

 

 

ARTIGIANATO E PALAZZO

XXVII edizione

16/19 settembre 2021

Firenze Giardino Corsini

La mostra si svolgerà anche in caso di pioggia

ORARIO CONTINUATO

10/19,30

INGRESSI

Via della Scala, 115

Via Il Prato, 58

Donazione minima consigliata € 10,00;

gratuito fino a 12 anni

MODALITA’ DI ACCESSO 

Per accedere alla manifestazione è necessario essere in possesso del Green Pass che comprova uno dei seguenti stati:

• avvenuta vaccinazione (anche della sola prima dose trascorsi 14 gg dalla medesima)

• effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con esito negativo entro le 48h precedenti

• guarigione dall’infezione Covid-19 entro i 6 mesi precedenti.

 

Altre info:

 

1

2

3

4

5

6

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Si sgranocchia, si assaggia (1), ci si abbraccia, si ride, si affetta, si sbuccia, si piange per le cipolle (solo per quelle?), si improvvisano prodezze culinarie (2), si “ruba” un calice di rosso prima che il pranzo (3) abbia inizio, si adagia il panettone sul piatto di portata, la salsiera d’argento? e, finalmente, si ode “a tavola!”, un eco, non solo profumato, che si diffonde in tutta la casa e accarezza gli animi (e la gola) dei commensali che, lesti, trovano posto al convivio solenne (4).   Lo avete capito, spaccati di vita...