Food :: 28 feb 2023

Cagliari, panificio Porta1918 by night

A cena con le tegliette di pizza super gourmet

A cena al Panificio Porta1918 di via Mameli 224 di Cagliari (1), per gustare le pizze in teglia dai sapori unici e ingredienti sceltissimi, con una filosofia di gusto che unisce Cucina e Panificio.  

Le pizze in teglietta (2), così chiamate perché cotte in una teglia 30x20 cm, ideali per una persona, sono abbinate alla birra Civraxu, artigianale e prodotta con il loro pane. E il dopo pizza? Si gusta la loro classica pasticceria o una generosa fetta dei grandi Lievitati preparati dal laboratorio di Pasticceria. 

Riccardo Porta (3) è figlio d’arte, il padre e gli zii sono gli innovatori di Porta1918, panificio che nasce più di 100 anni fa nel borgo di Gonnosfanadiga (SU) e che oggi ha diverse rivendite in città e nel Cagliaritano

Riccardo è responsabile del restyling del Panificio di via Mameli 224 a Cagliari, che ora con i suoi comodi tavoli e gli spazi rifunzionalizzati può accogliere confortevolmente i clienti anche a cena. Il laboratorio è a vista e i clienti possono osservare la preparazione delle pizze e degli altri lievitati, assistendo al making of delle ricche pizze in teglietta così come della torta di mele o degli esclusivi fregulini, golosi supplì che al posto del riso hanno la loro fregula e che fanno parte delle fritture che vengono servite come appetitoso antipasto da Porta. 

Le pizze in teglietta sono pensate sia come monoporzione, sia per la condivisione con gli amici, arrivando al tavolo già tagliate in sei appetitosi quadratoni. Per chi ha piacere c’è la scatola antispreco, che consente di portare a casa e gustare il giorno dopo questa pizza gourmet. 

La storia del panificio di via Mameli 224 a Cagliari, un vero e proprio forno multifunzionale, attivo dalle colazioni sino alla cena, inizia nel 2017 quando viene rilevato dai Porta; è in una zona di uffici, istituti, biblioteche. Da subito diventa un polo d’attrazione con la sua “parete” di pani tipici, dal Coccoi al Civraxu e con le tante novità al banco. In parallelo, prende il via, lo studio di una pizza in teglia “unica”, affidandosi alla consulenza di Gabriele Valdes, ad un impasto di farine non raffinate, Tipo 1 e Tipo 0, macinate in pietra, con l’aggiunta di semola di grano duro sardo e un po’ di farro, una idratazione dell’80% e una lunga maturazione, 48/72 ore. Oggi i Porta sono coadiuvati dal giovane panificatore Mohamed Assila, sardo d’adozione.

La pizza ha un’ottima base gustosa e digeribile, con una bella umidità, effetto croccante sulla superficie e un gusto che ricorda la piacevolezza del pane, ma con una decisa personalità. Per il topping si è cercato la contaminazione con la cucina, traendo ispirazione da alcuni giovani talentuosi cuochi, tra cui Davide Bonu, Enrico Carta, Daniele Senis. 

Da due anni è responsabile della cucina di Porta lo chef Fabio Fulgheri, allievo di Marina Ravarotto e Daniele Senis, che insieme allo staff del panificio di Via Mameli 224, capitanato da Mohamed e Gabriele Limoncino, nuovo innesto di grande prospettiva, sceglie ingredienti territoriali e stagionali per farciture e condimenti. Uno dei suoi cavalli di battaglia è ad esempio la pizza Culurgiones, che riporta al morso le sensazioni della famosa pasta ripiena sarda. 

Incoraggiati dal successo della pizza in teglia da asporto i Porta hanno recentemente rinnovato il locale aggiungendo comodi posti a sedere per consentire ai clienti di gustarle comodamente e appena sfornate, a pranzo e a cena: “La nostra pizza in teglietta piace molto perché risulta ben farcita in tutte le sue parti, anche rispetto ad una pizza tonda, è più facilmente trasportabile e il giorno dopo, riscaldata, è buonissima, sono questi i commenti dei nostri clienti" - ci ha dichiarato Riccardo Porta - "La nostra attenzione è focalizzata con lo chef Fabio sul creare nuove pizze puntando sempre sull’identità, sulla stagionalità e su ingredienti sardi pazzeschi, per rendere l’esperienza dei cultori della pizza ‘buona’ ancora più intrigante, stuzzicante e saporita”. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FMM Highlights

Living & Convivi :: 24 apr 2024
Torino, Toulouse Lautrec in mostra
Al Mastio della Cittadella, Parigi e la Belle Époque
Visioni da bere :: 22 apr 2024
Torino, Damman Freres inaugura la sua seconda boutique del tè
Incontri di gusto fra Francia e Piemonte
Living & Convivi :: 22 apr 2024
Firenze, Uzbekistan: l'Avanguardia nel deserto
A Palazzo Pitti, in mostra la luce e il colore
Visioni da bere :: 16 apr 2024
Living Liqueurs and Delights compie 20 anni
La Milano da bere di livello
Lifestyle & Beauty :: 11 apr 2024
La bellezza secondo Euracom
Make up protettivo per un effetto shiny
Food :: 10 apr 2024
Meno30 Surgelati, qualità e bontà pronti in un lampo
Tra ricette della tradizione e pesce al naturale
FoodMoodMag
Via Ximenes, 19 50125 Firenze
redazione@foodmoodmag.it
+ 39 055 8026163