19apr 2022
Toscana - Empoli, “Eumedica” dove bellezza e benessere sono di casa
Quando la medicina estetica è di alto livello

Inquinamento, aggressioni atmosferiche, raggi UV, malattie importanti, predisposizioni familiari etc… Tutti fattori che conosciamo molto bene forieri di aumentare la sensibilità cutanea, causando l’invecchiamento prematuro della pelle. Mai come negli ultimi anni, per fortuna ci sentiamo di dire, la ricerca e lo sviluppo tecnologico nell’ambito della medicina estetica hanno raggiunto livelli più che soddisfacenti, in alcuni casi addirittura strepitosi.

Ne è prova tangibile il centro di medicina esteticaEumedica” appena inaugurato a Empoli, oltre 300 metri quadri comprensivi di tre ambulatori di cui uno dedicato al PRP, alias trattamento di rigenerazione cellulare particolarmente indicata per pelli mature, dieci addetti, sei medici e chirurghi estetici altamente qualificati e, ovviamente, numerose macchine oltre a metodi certificati di assoluta qualità e sicurezza (1 - 2). Dietro a questa struttura complessa e molto performante per rimodellare, ringiovanire e rigenerare viso e corpo sempre nel rispetto dell’assioma fondamentale bellezza=salute, c’è un duo imprenditoriale di comprovata professionalità, Claudio Gorini già a capo di importanti ambulatori odontoiatrici (Empoli e Firenze) e Claudia Palmieri (3). Consapevoli che una fetta sempre più ampia di pubblico, grazie all’approccio medico estetico, punta a un giusto equilibrio tra mente e corpo, hanno saputo, con buona dose di coraggio, investire, oltre che in una location ottimale per logistica, velocità e riservatezza, in macchinari capaci di proiettare le aspettative di una clientela esigente e al passo con i tempi (4). Tra questi dicevamo l’eccezionalità (sono in pochissimi a fornirlo in Toscana) del PRP dove il sangue prelevato dal paziente ed arricchito con fattori di crescita, stimola la rigenerazione e la rapida riparazione dei tessuti. O ancora la Body Sculp, innovativa tecnologia a radiofrequenza multipolare non invasiva che permette di tonificare e scolpire il proprio corpo in poche sessioni. “In alcune sedute da 40 minuti ciascuna, con un regime alimentare adatto studiato ad personam dai nostri medici, le 4 piastre di ugual potenza agiscono là dove si riscontra la necessità - addome, braccia etc. - con un risultato pari a circa 700 ore di palestra” - ci ha raccontato Claudio Gorini (5) durante la nostra visita. E poi ancora gli inestetismi della pelle del corpo: non banale, per esempio, la rimozione dei tatuaggi (6) e di disturbi come l’acne attiva o cicatrici varie. La riduzione dell’odioso doppio mento che può, tra l’altro, essere risolto con tecniche singole o combinazioni di più trattamenti quali la carbossiterapia (iniezione di anidride carbonica sotto forma gassosa nel derma o nel tessuto sottocutaneo) e la mesoterapia. E molto, molto altro. Un centro che appena varcata la soglia inquadra, dall’inizio alla fine, come dovrebbe essere la medicina estetica: correttiva certo, restitutiva ça va sans dire, in virtù di un benessere psicofisico in cui mente e corpo si armonizzano, ben consci che ogni età ha il suo aspetto. Con qualche intelligente e logica eccezione - “Una ragazza, per esempio, è giusto che chieda l’intervento correttivo del naso qualora sia squilibrato rispetto alla suo viso” - ha sottolineato il dottor Francesco Bellucci, medico di chirurgia estetica del centro - “E’ meglio, infatti, intervenire in giovane età, così che il cambiamento passi praticamente inosservato al contesto sociale dell’adolescente o giovane donna”. Bellucci è medico ospedaliero di lunga esperienza anche in Svizzera ed è lontano da un concetto di medicina estetica intesa nel senso illusorio di "ringiovanimento” o peggio “sbagliata” che deforma ed esagera visi e corpi. Via libera quindi a opportuni miglioramenti, a pelle più fresca, mani più lisce e glutei più sodi, senza dimenticare che la bellezza deve essere prima di tutto equilibrio: un volto può diventare oltremodo attraente senza trasformarsi in qualcos’altro che non ci rappresenta più. 

In medio stat virtus, diceva qualcuno…

 

Altre info:

1

2

3

4

5

6

Photo Credits

Photo 1 : gianfranco gori
Photo 2 : gianfranco gori
Photo 3 : gianfranco gori
Photo 4 : gianfranco gori
Photo 5 : gianfranco gori
Photo 6 : gianfranco gori

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Fine delle vacanze. Parei, zoccoli e costumi lasciano il posto ad abiti e pantaloni. Si riparte (1). Per l’ufficio, però. Ebbene, tutto questo ricordando che, come diceva Confucio, “Scegli il lavoro che ami e non lavorerai neppure un giorno in tutta la vita”. Non possiamo che augurarvi che sia così e se non lo fosse, non è mai troppo tardi per cambiare o per ripensare a quel progetto da tempo nel cassetto. Certo, lo scenario (2) attuale tra inflazione, rincari e crisi climatica spinge a un sentiment di pessimismo diffuso, ...