09mar 2020
Kartell interpreta la nuova FIAT 500 full electric
Un "viaggio" nel design più esclusivo

Bella e possibile. Diciamolo, in un momento non proprio roseo, lustrasi gli occhi con un piccolo grande gioiello automobilistico di casa nostra fa bene allo spirito. E anche all'ambiente. E' lei, la nuovissima FIAT 500 full electric total blu (1).  

Fascinosa e grintosa al contempo, porta la firma di Kartell. Risultato? Un un vero oggetto di design contemporaneo, assolutamente unico nel suo genere.

“Quando mi è stato chiesto di realizzare un progetto per il lancio della nuova 500 elettrica ho subito accettato con molto piacere e un po’ di emozione. É proprio una 500, infatti, che accoglie gli ospiti del Museo Kartell per rappresentare il primo prodotto del nostro marchio, ovvero un portascì degli anni ‘50 ed è stata una 500 la mia prima macchina appena avuta la patente che mi ha accompagnato negli anni più belli della mia giovinezza" - ha dichiarato Claudio Luti, presidente di Kartell. Questa collaborazione fa emergere molte affinità positive tra i nostri marchi che lavorano in materia di ricerca, innovazione, qualità, creatività e che sono simbolo di made in Italy nel mondo. Partecipare al lancio di 500 elettrica significa per noi condividere quindi valori e strategie verso una nuova consapevolezza del progettare e del produrre”.

Ispirati al pattern della lampada Kabuki di Kartell (2) gli elementi più rappresentativi degli esterni dell’auto, oltre all’effetto colore, sono la griglia frontale, i cerchi e le calotte specchio realizzati in policarbonato riciclato dalle parabole dei proiettori a fine vita e lavorati con la tipica trama forata di Kabuki. L’esterno è caratterizzato da una uniformità cromatica dove le differenti tipologie di materiali, metallo, vetro, gomma, plastica e tessuto vengono interpretate nello stesso colore: il blu Kartell derivato dal blu Klein, uno dei colori identitari del marchio. Le superfici della carrozzeria sono blu Kartell effetto specchio, ottenuto con una vernice ecocromo su cui spiccano i loghi dei due brand trattati con un policarbonato sabbiato per trasmettere un senso di matericità e profondità.

All’interno è sempre il pattern Kabuki il protagonista (3), come la cover in policarbonato sull’inserto plancia e come applicazione trasparente sui sedili. Di forte impatto è il contrasto tra il blu Kartell dell’esterno e la luminosità degli interni che mostrano un ambiente chiaro e leggero dosando contemporaneamente tonalità calde e fredde.

Le plastiche degli interni dalla tattilità tessile sono in polipropilene riciclato 100% come le sedie dell’ultima collezione Kartell e i tessuti dal look naturale e accogliente in poliestere completamente riciclato.

“Un progetto questo che credo non vada interpretato semplicemente come un nuovo modello o un nuovo prodotto ma un nuovo modo di mobilità e di design" - ha concluso Luti - "Insomma, una bella esperienza che crea emozione”.

Il progetto speciale Kartell per Fiat 500 insieme ad altri due eccellenze del made in Italy Bulgari e Armani, con il supporto di Altagamma, si inserisce in una campagna di sensibilizzazione per migliorare il Pianeta con scelte virtuose. Le tre auto saranno vendute all’asta e il ricavato andrà a favore di una delle organizzazione ambientaliste di Leonardo di Caprio che ha abbracciato il progetto della Nuova Fiat 500 diventando endorser della mission di Fiat.

 

Altre informazioni:

1

2

3

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Un cliché decisamente intramontabile quello del plaid, caldo, “fluido” nel senso di trasportabile ovunque, sulla poltrona davanti alla tv, in camera da letto anche se la casa è ben riscaldata (1). Cosy è cosy, e sopratutto sta bene là dove si dimentica, senza compromettere lo stile domestico, qualunque esso sia: lo si getta sul divano, lo si riprende, si piega, si ripone nell'armadio, il più delle volte ritorna etc… Mai senza! Come il mitico tubino nero.  E a seconda dei propri fantasmi invernali, lo si può accompagnare a una vellutata fuma...