20set 2020
Firenze - Cosa vedere? Lorenzo Puglisi | Davanti a Michelangelo
Crocifissione, umanità, mistero

"Quest'opera commenta, accresce la dimensione spirituale, estetica di Santo Spirito", così ha dichiarato Vittorio Sgarbi nella lunga dissertazione sul Crocifisso di Michelangelo realizzato tra il 1493 e il 1494 e da 20 anni nel complesso monumentale di Firenze. Proprio ieri, infatti si è svolto il vernissage per la presentazione della Crocifissione di Lorenzo Puglisi, nella mostra “Lorenzo Puglisi | Davanti a Michelangelo. Crocifissione, umanità, mistero”. Per 40 giorni il Crocifisso di ieri e quello di oggi rimarranno vicini in un dialogo di profonda umanità e mistero nella Sagrestia della Basilica fiorentina (1 - 2 - 3 - 4). Lo splendido operato dell'artista bolognese che sarà visibile fino al 1° novembre 2020, è un dipinto a olio su tavola di pioppo sagomata a forma di croce - riprendendo una tradizione storico-artistica che origina dalla pittura dei primitivi e che nell’arte contemporanea si era completamente perduta - con fondo nero, su cui compaiono solo i risultati della sua “ricerca di essenzialità”, cioè le rappresentazioni della testa inclinata, delle mani e dei piedi del Cristo morto in croce. Un capolavoro concettuale dove l'apparizione di alcune parti del corpo ne fanno un'opera astratta, di sintesi. Di sottrazione, come l'arte di Michelangelo.

"La Crocifissione è un’immagine simbolica e reale al tempo stesso, sia nella tradizione Cristiana, sia nella riflessione più intima sulla condizione, la possibilità e la ragion d’essere dell’uomo, così come si può comprendere dal sapere trasmessoci nel tempo dagli antichi, in numerose forme. La visione della scultura di Michelangelo tocca il cuore e ha una leggerezza e una delicatezza rare" - ha dichiarato Puglisi (5 - 6) - "Per me pittore, da subito, è emersa l’esigenza di cercare una pittura vitale e scultorea, e Michelangelo ne è stato grande maestro. Per cui il mio tentativo di pittura si rivolge alla visione di qualcosa che è altro dal visibile empirico, ma col quale è inseparabilmente intrecciato, è mescolato ad esso; la ricerca dell’essenziale della rappresentazione, come ambizione e fine, è legato alla ricerca di essenzialità nella vita e ne è conseguenza e speranza di conoscere. Crocifissione, umanità, mistero. È tutto in queste tre parole".

 

La mostra è organizzata da Francesca Sacchi Tommasi di Etra studio in collaborazione con ArtCom Project.

 

Lorenzo Puglisi | Davanti a Michelangelo. Crocifissione, umanità, mistero

20.09.2020 | 01.11.2020

Basilica di Santo Spirito | Piazza santo spirito 30 | Firenze

Aperta: lunedì/sabato ore 10-12.45 e 15-17.45; domenica ore 11.30-13.15 e 15-17.45; mercoledì chiuso

Ingresso: 2 euro

 

Altre info:

1

2

3

4

5

6

Photo Credits

Photo 2 : gianfranco gori
Photo 3 : gianfranco gori
Photo 6 : gianfranco gori

SPUNTI DI VISTA

EDITO

Si sgranocchia, si assaggia (1), ci si abbraccia, si ride, si affetta, si sbuccia, si piange per le cipolle (solo per quelle?), si improvvisano prodezze culinarie (2), si “ruba” un calice di rosso prima che il pranzo (3) abbia inizio, si adagia il panettone sul piatto di portata, la salsiera d’argento? e, finalmente, si ode “a tavola!”, un eco, non solo profumato, che si diffonde in tutta la casa e accarezza gli animi (e la gola) dei commensali che, lesti, trovano posto al convivio solenne (4).   Lo avete capito, spaccati di vita...